Concessionario Ministeriale per il Tribunale di Forlì. Iscrizione elenco Ministero della Giustizia P.D.G. del 21 Novembre 2012
IT

Autovettura Jaguar XJ6 3.0 V6


Prezzo base: € 600,00



Data vendita: 05/02/2019 12:30

Tipo di vendita: A mezzo commissionario

Procedura: R.G.E. 670/2018

Venduto

Tipo Procedura R.G.E.
Numero Procedura 670/2018
Numero IVG A 24/2018
Tipo vendita A mezzo commissionario
Modalità vendita Gara a tempo
Prezzo base: € 600,00
Rilancio minimo € 10,00
Prezzo aggiudicazione 1.250,00
Valore bolli 18,00
Diritto Asta 6.00% + IVA 22%
Cauzione 20,00% su prezzo base
Rilancio 10,00€
Tribunale Tribunale di FORLI'

Maggiori dettagli sulla vendita online

Data e ora inizio iscrizione 26/01/2019 08:30
Termine iscrizione con carta di credito 05/02/2019 11:30
Termine iscrizione con assegno circolare 05/02/2019 11:30
Data e ora inizio gara 26/01/2019 08:30
Data e ora fine gara 05/02/2019 12:30
Prolungamento asta 3 minuti

Soggetti

Controparte Istituzionale
Nome Tribunale di Forli

Ultimo aggiornamento 07/02/2019 02:01

Scheda pubblicata sul sito IVG il 06/12/2018 17:58

Stampa Scheda

Ordinanza Vendita

12357722s-edited.pdf

Dettaglio Lotto

Genere MOBILI
Categoria AUTOVEICOLI E CICLI
Titolo Autovettura Jaguar XJ6 3.0 V6
Abstract

Autovettura Jaguar XJ6 3.0 V6

Dettaglio Beni

Indirizzo Via Vivaldi, 11/13
47122 FORLI' (FC)
Tipologia AUTOVEICOLI E CICLI
Categoria AUTOVETTURE
Descrizione

Autovettura Jaguar XJ6 3.0 V6 – telaio SAJAA71M14VG26469 – anno prima immatricolazione 2005 – cilindrata 2967 – kw. 175,00 – alimentazione a benzina – completa di libretto di circolazione e due chiavi, sprovvista di certificato di proprietà – marciabilità non verificata, incidentata sul lato destro e mancante di quasi tutta la tapezzeria interna e del cruscotto

Modalità partecipazione
*COME PARTECIPARE:* Per partecipare all'asta basta presentarsi il giorno prestabilito pubblicato nel bando di asta. *CHI PUO' PARTECIPARE:* Ogni persona, giuridicamente capace, puo’ concorrere all’asta, ad eccezione di quelle indicate nell’art. 1471 c.c. Il divieto di cui all’art. 1471, n.2° c.c., colpisce tutti coloro i quali, nell’esercizio di una pubblica funzione, prendono parte alla procedura relativa al trasferimento coattivo di un bene da un soggetto ad un altro.